Visita del
Ministro Profumo

Le News di sezione

                                              

 

ARTICOLO

 

FOTO GALLERY

 

 

NOTA: in caso di problemi di visualizzazione con browser diversi da IE seguire il seguente link alternativo

 

FOTO GALLERY (1)

 

 

 

 


 

 

Il ministro Profumo visita Ancona e promette risorse sul piano sicurezza delle scuole

ANCONA – Ha cantato, fatto il girotondo con i più piccoli, ha assistito divertito al video realizzato dai più grandi e non si è risparmiato nelle foto con le scolaresche: è è stato un approccio assai costruttivo e piacevole quello che il Ministro dell’Istruzione,  Università e Ricerca scientifica Francesco Profumo  ha riservato  questa mattina  agli alunni di due scuole dell’Istituto Quartieri nuovi:  la Gabbianella, di recente edificazione, in via Togliatti e la scuola secondaria di primo grado Michelangelo Buonarroti.  Accompagnato dall’assessore al Diritto allo Studio e all’Orientamento della Regione Marche, Luchetti, dal Sindaco Gramillano e dall’assessore comunale alla Pubblica istruzione Nobili nonché dal Direttore scolastico regionale Calascibetta, il Ministro si è complimentato per “la politica lungimirante adottata dagli enti locali del territorio sul fronte delle scuole perché- ha detto- certe opere non si fanno dall’oggi al domani, ai giovani bisogna pensare giocando d’anticipo e su di loro investire.  La scuola- ha proseguito- è una grande risorsa e dimostra vitalità e voglia di contribuire allo sviluppo del Paese, che proprio dalla scuola, in questo momento difficile deve ripartire”. 

Nel ricordare che non servono interventi speciali ma è sufficiente  lavorare nella normalità, “facendo funzionare già il patrimonio che abbiamo” si è detto contento della delega che gli è stata assegnata e di poter servire lo Stato. Il Governo attuale – ha specificato il ministro- è di breve durare e non è opportuno emanare nuove leggi ma applicare quelle esistenti.  Riguardo alla materna e nido di via Togliatti,  ha avuto parole di apprezzamento per la formula del partenariato pubblico-privato (l’azienda farmaceutica Angelini ha contribuito finanziariamente alla realizzazione del plesso insieme alla Cariverona chiedendo che 20 posti siano riservati ai figli dei dipendenti) e ha incoraggiato questa prassi, da replicare ovunque possibile.

Al Sindaco che chiedeva un aiuto per le scuole, vale a dire risorse per poter garantire l’agibilità alle scuole a fronte di possibili eventi sismici e la statalizzazione dell’Istituto musicale Pergolesi, Profumo si è detto sensibile a queste esigenze e pronto ad intervenire da subito.

Riguardo al tema dei finanziamenti alle scuole, ha sottolineato che al primo posto il Governo pone la questione della sicurezza: a questo scopo e anche per  garantire la coesione sociale nelle zone più disagiate ha stanziato la cifra di 950 milioni di euro; altri 450 milioni per edilizia scolastica e sicurezza provengono dal CIPE , mentre 100 milioni sono previsti per la realizzazione di 6-7 scuole nuove. Sono  in corso anche previsioni di accordi con l’INAIL per la  costruzione di altre scuole che verranno gestite con una formula aperta al territorio, collegate al quartiere, aperte anche nel pomeriggio.
Il Ministro Profumo si è intrattenuto anche nelle classi, parlando con i ragazzi e facendo  domande in lingua inglese ai nuovi arrivati.

(fonte: http://www.cronacheanconetane.it)