Un libro per l'ambiente

Le News di sezione

                                              

 

 

 

 


 

 

Premio Libro per l'Ambiente 
2013-2014

Il Premio Libro per l’Ambiente è un progetto promosso da Legambiente e da La Nuova Ecologia, al quale annualmente aderiscono Enti Locali, Istituzioni, Enti Parco, Enti di Ricerca, Istituzioni scolastiche e formative.

Il progetto nasce dal desiderio di far circolare il piacere della lettura, la capacità dei bambini di appassionarsi e sognare tra le pagine di un libro. Promuove la lettura vissuta insieme come occasione per elaborare percorsi originali, nati da un terreno comune di idee, emozioni, fantasie, riflessioni condivise tra studenti, insegnanti, genitori, educatori, autori, illustratori, editori, librai, bibliotecari e appassionati lettori.

 Si propone di promuovere una relazione innovativa tra libro e giovani lettori, attraverso un concorso per l’editoria di qualità a carattere ambientale rivolto ai ragazzi, il cui esito è determinato dalla partecipazione effettiva di più di 2000 piccoli lettori che ne costituiscono la Giuria. Ragazzi e ragazze di età compresa tra 6 e 14 anni, dopo aver letto i volumi selezionati, determinano con il loro voto i vincitori di ogni edizione del Premio Libro per l’Ambiente. 

Quest’anno, per la sezione narrativa, erano in gara: Spiaggia magica di Crockett Johnson (Orecchio Acerbo), Rico, Oscar e il ladro Ombra di Andreas Steinhöfel (Beisler Editore), Rosi e Moussa di Michael de Cock e Judith Vanistandael (Il Castoro).

                   

La nostra scuola ha aderito all’iniziativa con due classi seconde: la 2A e la 2D. Tutti i ragazzi hanno letto i libri proposti, hanno espresso il loro voto ed hanno infine partecipato alla premiazione tenutasi il 4 giugno  alla Mole Vanvitelliana.

I testi più votati sono stati: “Rico, Oscar e il ladro Ombra” per la sezione narrativa, “Tutti i numeri del mondo” di Lara Albanese, ed. Sinnos per la sezione divulgazione scientifica.

Durante la premiazione i nostri piccoli lettori hanno avuto modo di dare sfogo alla loro naturale curiosità ponendo tutta una serie di domande a cui gli stessi autori hanno risposto, stabilendo un positivo contatto che va molto al di là delle pagine scritte.