Progetto lettura
D. Mecenero

Le News di sezione

                                              

 

 

 

 

PROGETTO LETTURA
“LO SMONTABULLI” - Classe IVB
Anno Scolastico 2015-2016

Insegnante Letizia Belardinelli

 

Rap inventato dai bambini sulle note della canzone di Fedez.

Il progetto Lettura ha avuto lo scopo di favorire e stimolare l'abitudine alla lettura, considerata elemento chiave della crescita personale, culturale e sociale.

Il “ Progetto Lettura” è nato dall’esigenza di creare nel bambino l’interesse per la lettura intesa come attività libera, piacevole, capace di porre il soggetto in relazione con sé, con gli altri, con

l’ambiente.

Il testo proposto quest’anno è stato:

“Lo smontabulli” di Diego Mecenero.

 

METODOLOGIA

Nell’articolazione globale del progetto l’insegnante ha individuato un percorso di lettura capace di coinvolgere ogni singolo alunno e l’intera classe contemporaneamente.

La metodologia attuata è quella dell’apprendere facendo , della ricerca e della motivazione con la

partecipazione degli alunni nelle scelte e nella indicazione da parte loro anche di percorsi di lettura condivisi. Alla lettura di alcuni capitoli sono seguite drammatizzazioni degli stessi da parte degli alunni, che suddividendosi in gruppi da cinque, hanno messo in scena i fatti di ogni narrazione, diventando così i veri protagonisti dell’intera storia.

L’attività ha mirato anche a far prendere un contatto fisico col libro: gli alunni sono stati liberi di  toccare, manipolare, osservare, chiedere e di creare una legenda per evidenziare le parti più importanti del testo.

L’incontro fisico col libro è, infatti, il primo passo per stimolare la fruizione: il libro si vede, si tocca, si prende in mano, diventa un oggetto che suscita curiosità, da esplorare e conoscere, a partire

dalla copertina (colore, spessore, autore, editore), per finire alla struttura (prefazione, capitoli,

indice, note bibliografiche). L’alunno, in tal modo, si è sentito protagonista tra i protagonisti del racconto.

Sviluppo del progetto e sua articolazione

Il progetto, diluito nel corso dell’anno, ha previsto tre fasi di attuazione

1^ fase:

- lettura dei libro in classe

- drammatizzazioni

- lavoro di ricerca e di costruzione della legenda sul testo

- riflessioni orali e discussioni in classe su ogni capitolo

2^fase (strettamente legata alla1^ e svolta contemporaneamente):

- argomentazioni orali e scritte e  articoli di giornale sul tema del bullismo (analisi della parola bullismo, conoscenza di tutti gli attori del bullismo, come non essere bulli e come non essere vittime di bullismo, ipotesi di comportamenti da assumere in caso di situazioni di bullismo – simulazioni)

- riflessioni orali e scritte, articoli di giornale e rappresentazioni grafiche sui seguenti temi (in tal modo il lavoro ha abbracciato diverse discipline): la felicità,  i trasmettitori della felicità, la molecola della felicità, le poesie sulla felicità, l’autostima, il rispetto ed il volersi bene

- rappresentazioni grafiche sul bullismo eseguite da ogni singolo alunno per la creazione di un fascicolo sul bullismo e per la realizzazione del cartellone finale da esporre alla mostra

- realizzazione del rap sul bullismo sulle note della canzone di Fedez

- realizzazione di uno slogan

3 ^ fase:

- pubblicazione delle attività svolte e mostra del materiale prodotto presso l’aula scolastica della biblioteca

4^ fase:

- incontro con l’Autore Diego Mecenero

L’incontro è stato interessantissimo; l’autore ha coinvolto i bambini in una ri-lettura creativa del testo, sapendo trasmettere valori di vita sui quali fondare sani ed autentici rapporti interpersonali.

L’intero lavoro ha consentito quindi ai bambini di:

• esprimersi in modo creativo

• arricchire il lessico di base

• sviluppare il piacere della lettura

• rendere autentici i rapporti interpersonali all’insegna della collaborazione, della solidarietà e del rispetto.

L’attività svolta deve rappresentare per tutti noi ulteriore stimolo alla crescita professionale e tappa fondamentale nella condivisione di un processo volto a rispondere adeguatamente ai bisogni formativi degli studenti.